L’oggetto del mese – Febbraio 2019

L’oggetto del mese – Febbraio 2019

Piatto in porcellana di Cina

Decoro Famiglia rosa con filetti dorati

Cina, 1750 circa

Diametro cm. 23

Porcellana cinese d’esportazione, fabbricata quasi esclusivamente per il mercato europeo. Tale porcellana era generalmente decorativa, ma senza il significato simbolico delle ceramiche prodotte per il mercato cinese. Verso la fine del XVIII secolo caratteristiche divennero le decorazioni con soggetti tipicamente europei come, appunto, il Giudizio di Paride.

Paride raffigurato nell’episodio del giudizio, al cospetto delle tre Dee Giunone, Atena e Afrodite e affiancato dal messaggero Mercurio.

Il mito del Giudizio di Paride è un soggetto talmente conosciuto da essere  riprodotto nella pittura, nella scultura e persino in manufatti di origine più popolare.

La storia di tale mito risale , naturalmente, alla mitologia greca classica : Eris, la Dea della discordia , durante un banchetto, lasciò cadere una mela sopra la quale vi era scritto “alla più bella”. Le tre Dee Giunone, Atena e Afrodite subito si contesero tale titolo e, per avvantaggiarsi nella vittoria, ognuna delle tre promise a Paride doni e ricchezze : Giunone lo allettò con la promessa di farlo diventare l’uomo mortale più potente, Atena di concedergli il dono della sapienza e della saggezza, Afrodite l’amore della donna più bella del mondo, Elena. Paride scelse quest’ultima, assegnando il primato della bellezza ad Afrodite… Cosa comportò tale scelta lo sappiamo….